giovedì 9 marzo 2017

La nostra corrispondenza con il sindaco Colombo

Cari lettori del Blog,
qui di seguito trovate le lettere di risposta del Sindaco, nonché la nostra ultima e-mail.
Come potete notare dalle foto, il nostro impegno presso l'area "Ex-Malegori" di Sovico continua.
Buona lettura!
Il Team Bkm0

Gentile sindaco Alfredo Colombo,
con la presente desideriamo ringraziarla delle sue e-mail e del materiale inviatoci e la informiamo che, nelle ultime due settimane, sono continuati i nostri lavori di piccola manutenzione presso l’area “Ex-Malegori” di Sovico. In particolare, ci siamo occupati della verniciatura di panchine, tavoli e cestini. In allegato troverà alcune foto sul nostro operato.
La informiamo, inoltre, che oggi alcuni di noi hanno cominciato a carteggiare tutta l’area giochi; non appena possibile, le invieremo un report dettagliato di tale attività.
Cordiali saluti
Il team di BKm0

Verniciatura: prima mano.

Verniciatura: prima mano.

Verniciatura: seconda mano.

Lavoro ultimato.

Verniciatura: seconda mano.

Giovanni al lavoro.

Lavoro ultimato.

Cari ragazzi, come già detto mi scuso per il ritardo col quale rispondo alla vostra mail del 16 febbraio u.s.

Riguardo alle vostre domande e proposte preciso che:
_ l'ing. Simona Cazzaniga, che legge per conoscenza, provvederà a far eseguire la riparazione del parapetto danneggiato, oltre che far posizionare dei posacenere, ad oggi mancanti, di fattura consona rispetto al luogo;
_ sottoporrò al comandante della Polizia Locale di Macherio-Sovico (competente in materia) la richiesta di una possibile installazione di telecamere di sorveglianza nell'area del laghetto.

Nel ringraziarvi per il lavoro sin qui svolto resto in attesa di future comunicazioni, certo del vostro impegno e partecipazione attiva alla vita della comunità sovicese.

Cordialità.



cid:image001.jpg@01D27BC3.0C9B28E0 

Alfredo Colombo
Comune di Sovico - Sindaco
* Piazza A.Riva 10 – 20845 Sovico MB 
' 039 2075044 - ' 039 2075020  7 039 2075045 



Innanzitutto mi scuso per il ritardo col quale rispondo alla vostra mail del 16 febbraio u.s.

Noto con piacere che il vostro impegno ed il vostro lavoro procedono secondo gli accordi presi, e questo non può che far onore al vostro gruppo ed agli insegnanti che vi seguono e bene al patrimonio ambientale della comunità sovicese.

Resto in attesa di vostre comunicazioni future che, sono certo,  saranno in continuità con quanto fatto sino ad oggi.

Cordialità.



cid:image001.jpg@01D27BC3.0C9B28E0 

Alfredo Colombo
Comune di Sovico - Sindaco
* Piazza A.Riva 10 – 20845 Sovico MB 
' 039 2075044 - ' 039 2075020  7 039 2075045 






giovedì 16 febbraio 2017

LA NOSTRA CORRISPONDENZA CON IL SINDACO

Cari lettori del Blog,
come promesso, eccovi gli ultimi aggiornamenti relativi sia al nostro lavoro sia alla corrispondenza con l'Amministrazione Comunale di Sovico.
A presto!
Bkm0

Gentili sindaco Colombo e ing. Cazzaniga,
giovedì 9 febbraio 2017, noi ragazzi del gruppo di Bkm0, siamo andati a supervisionare il parco dell’area ex-Malegori di via Manzoni e abbiamo cominciato ad eseguire dei piccoli lavori di manutenzione ai tavoli e alle panchine, nonostante la zona fosse - e sia tuttora – perlopiù pulita.
Quindi, una volta considerata la situazione, ci siamo messi subito all'opera, carteggiando i tavoli e le panchine.
A tal proposito, le alleghiamo le foto del lavoro svolto.
La informiamo, inoltre, che anche oggi una parte del gruppo si è recata nella zona ex-Malegori per terminare il lavoro di carteggiatura e iniziare quello di verniciatura di tavoli e panchine.
Ulteriori aggiornamenti saranno disponibili nel prossimo report.
Grazie della sua attenzione.                                   
Cordiali saluti
Il gruppo Bkm0
Prima...
Prima...
Carteggiatura

Dopo...

Egregio signor sindaco Alfredo Colombo,
giovedì 9 febbraio 2017, noi ragazzi dell’attività integrativa Bellezza Km0, abbiamo ispezionato e pulito l’area del laghetto Belvedere di Sovico. Purtroppo, i rifiuti trovati sono stati molti: mozziconi di sigarette (numerosissimi), sacchetti e recipienti di plastica, di cui alcuni dentro il laghetto stesso, ed escrementi di cane, che intralciavano - e intralciano - il percorso. Inoltre abbiamo notato alcune panchine e dei tavoli danneggiati, sebbene siano nuovi. E che dire poi della staccionata rotta, di cui un pezzo è finito nel laghetto? 
Noi, però, non ci siamo scoraggiati e abbiamo raccolto, muniti di guanti e sacchi della spazzatura, un po' di immondizia.
Troverà tutto documentato nelle foto allegate.
Vorremmo, infine, farle una richiesta: si potrebbero installare delle telecamere di sorveglianza per tenere sotto controllo gli atti di vandalismo? 
Pensiamo, infine, che sia opportuno predisporre dei posacenere, onde evitare tutti quei mozziconi per terra che, oltre ad inquinare, deturpano l'area.
Grazie dell’attenzione e della collaborazione.
Cordiali saluti
Taha E.H., Daniele S.
BKm0

Un pezzo di staccionata nel laghetto

Mozziconi di sigarette

Staccionata rotta


Atti di vandalismo
Il nostro lavoro






BKM0 INSIEME AI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Mercoledì 1 febbraio 2017 i ragazzi del gruppo BKM0, in collaborazione con il Comitato Chiesa Vecchia di Sovico, hanno accompagnato i bambini dell'ultimo anno della Scuola dell'Infanzia alla scoperta della Chiesa Vecchia e del Battistero della Chiesa Nuova.
L'iniziativa ha riscosso un grande successo: i bambini più piccoli sono rimasti letteralmente a "bocca aperta" nell'ascoltare le spiegazioni dei più grandi.
Inoltre, presso la Biblioteca Civica è stato allestito uno spazio laboratoriale, dove i bambini, aiutati dai loro compagni più grandi, hanno creato degli angioletti - simbolo della Chiesa Vecchia - e, alla fine, hanno ricevuto un bigliettino come ricordo dell'esperienza vissuta insieme.
Pensate, cari lettori, che anche Il Giornale di Carate e Il Cittadino di Monza e Brianza hanno parlato di noi!
Il team Bkm0







giovedì 17 novembre 2016

VILLA CUSANI - CARATE BRIANZA




 

Inizialmente costruita come castello medioevale, fu trasformata dalla nobile famiglia milanese dei Confalonieri in villa residenziale.

Le origini

La costruzione si trova in posizione rialzata, dalla quale si può godere di un'ampia veduta sulla valle del Lambro. A motivo della posizione strategica, era presente già nell'anno mille un edificio fortificato, distrutto dall'imperatore Federico Barbarossa durante la campagna contro la città di Milano.

Architettura

La villa presenta la caratteristica pianta a "U". Al centro si apre un sobrio portico di epoca cinquecentesca, retto da colonne doriche che sostengono un architrave rettilineo. La torre di nord-ovest è quanto resta della struttura medioevale incorporata nella villa. Da essa si diparte un armonioso giardino all'italiana. 
Di origini castellane, spiegabili anche con la posizione dominante sulla valle del Lambro, villa Cusani di Carate Brianza venne costruita a partire dalla prima metà del Seicento, con interventi nei due secoli successivi che l'hanno portata alla conformazione attuale. 
Caratteristici della villa sono la torre e il portico colonnato che si apre verso l'oratorio di Santa Maria Maddalena, interessante edificio religioso della fine del Quattrocento. 
La villa, di proprietà comunale, ospita la biblioteca civica ed è circondata da un vasto parco.
Il piano cantinato presenta ambienti voltati messi in comunicazione attraverso un passaggio ad arco a sesto acuto e una ghiacciaia circolare posta a ridosso della torre.
Le facciate hanno finestre prive di cornici, posteriori a quelle dell'originario fortilizio caratterizzate da archi a sesto acuto in laterizio. Rimangono ulteriori tracce evidenti nel coronamento del mastio, dove i merli in laterizio, riemersi dopo l'ultimo restauro, raccontano delle diverse fasi costruttive e della lontana origine di parte ghibellina.
Gli ambienti interni conservano l'atmosfera del passato, anche con vigore nonostante le spoliazioni. Risalgono ai primi anni del XVII secolo i saloni con camini scolpiti di pietra, accanto ai quali sono mantenuti i soffitti a passasotto, i pavimenti in cotto, alcuni arredi d'epoca e gli arazzi.



La facciata della Villa

I giardini all'italiana

MONITORAGGIO OASI BELVEDERE


Il giorno 20 ottobre 2016, noi ragazzi di Bellezza KM0 siamo andati
all'oasi Belvedere per valutare le condizioni dell'area e
segnalare quindi all'Amministrazione comunale eventuali problemi o
comportamenti irrispettosi verso l'ambiente.
Giunti all'oasi, abbiamo notato subito che la fontanella era malconcia e da
ripitturare; c'erano anche molte cartacce per terra e la cosa che ci ha soprattutto stupito
è che abbiamo trovato contenitori di plastica oltre la recinzione, sistemati in modo tale
che sembravano resti di un bivacco.
La staccionata, in alcuni punti, era traballante; l'acqua del laghetto, in cui vivono animali come
papere, cigni, tartarughe e alcuni pesci, era sporca e stagnante; alcune panchine, benché appena cambiate, erano sporche e avevano scritte fatte con la bomboletta spray; la recinzione di legno del gioco delle bocce era malandata.
Poiché noi ragazzi di Bellezza KMO siamo i custodi dell'Oasi Belvedere,
abbiamo prontamente segnalato il tutto all'Amministrazione e ci impegneremo
presto a provvedere alla manutenzione dell'area.
Tommaso E., Andrea M. , Raffaele U.
Il Team di BKm0



 


giovedì 3 novembre 2016

LA TORRE CAMPANARIA DI ALBIATE


La torre campanaria di Albiate è la testimonianza di una struttura originaria della chiesa parrocchiale intitolata a San Giovanni Evangelista, che risale al 1280.
Non era considerata di pregio artistico: era una chiesa semplice, a due navate, con pavimenti ed infissi alla buona, coperte da un tetto di tegole. In più versava in condizioni di fatiscenza e incuria, tanto che la comunità di Albiate fu rimproverata dal cardinale Carlo Borromeo, al termine di una visita pastorale del 1578.
Dopo aver ricevuto ordine di riparare la chiesa, la comunità albiatese fece costruire un'ulteriore navata a completamento delle due già esistenti.
Purtroppo in seguito, la chiesa fu lasciata di nuovo soccombere al degrado, tanto che due secoli dopo la Curia ne propose l'abbattimento ed il trasferimento delle funzioni di parrocchia al Santuario di San Fermo, sempre ad Albiate.
A fronte di questa misura drastica, gli albiatesi, motivati dal parroco Dionigi Motta, progettarono i lavori di ristrutturazione, che ebbero luogo tra il 1780 e il 1783.






IL CAMPANILE

 

Costruito interamente in pietra, svetta possente dall'alto dei suoi 35 metri, mentre la base quadrata ne misura lateralmente 4. Le prime costruzioni del campanile risalgono alla prima metà del XI secolo.
Da principio, sulla torre campanaria c'era un’edicola votiva, demolita nel 1858. Fu temporaneamente sostituita da una copertura a tegole. Nel 1906 venne realizzato l’attuale coronamento merlato, celebrato con un banchetto offerto da Bernardo Caprotti, l'allora sindaco di Albiate. Al banchetto furono invitate tutte le persone (oramai anziane) che, quasi cinquant'anni prima, avevano assistito alla demolizione dell'edicola votiva.
Nel castello campanario sono alloggiate cinque campane. Le prime tre, più piccole, risalgono al 1832 e sono intitolate ai santi Fermo e Rustico. Una quarta campana venne posta nel 1881 ed è dedicata alla Regina del Rosario, mentre la campana maggiore, intitolata a San Giovanni Evangelista, fu installata nel 1882.
Il 23 luglio 1942 le due campane più grandi furono requisite dal governo fascista, per esigenze belliche. Fortunatamente tre mesi dopo furono miracolosamente recuperate ancora integre e ricollocate al loro posto nel gennaio dell'anno successivo. L'impianto campanario venne elettrificato nel 1978.
Nel 1980 è stato inaugurato l'attuale orologio elettrico, che ha sostituito il precedente azionato da grossi pesi di pietra. La nuova illuminazione della torre e del castello campanario, invece, è del 2003
Davide D.,  Luca R.

BELLEZZA KM0: LEZIONI DI CITTADINANZA ATTIVA

Cari lettori del Blog,
in questa sezione troverete tutta la corrispondenza intercorsa tra noi e l'Amministrazione Comunale di Sovico. Qui leggerete i nostri report e sarete testimoni del nostro impegno come cittadini attivi. Ovviamemte, cercheremo di documentare tutto in modo dettagliato con foto, video, interviste ecc.
Allora...che cosa aspettate a iniziare a leggere?
Il team di BKM0


REPORT N.1 - GIARDINI AREA EX-MALEGORI 
 
Caro Sindaco e cara sig.ra Cazzaniga,

noi ragazzi del gruppo Bellezza Km0, durante il mese di ottobre, ci siamo recati nei giardini dell'area ex-Malegori e ci siamo accorti che bisognerebbe intervenire, al fine di rendere l'area più sicura e più accogliente.

In partcolare, abbiamo notato che:

- Di fianco all'ingresso c'è una buca profonda circa 25 cm;

- Alcuni giochi sono rotti e, pertanto, pericolosi, soprattutto per i più piccoli;

- Una panchina è rotta, riparata semplicemente con dello scotch, mentre le altre sono da verniciare;

- Il cestino non è ben fissato a terra, traballa;

- La serratura del cancello d'accesso al parco è inesistente: per chiuderlo c'è solo una catena;

- Il cartello situato accanto al cancello d'ingresso e un palo della luce sono instabili;

- Lo scivolo è tutto pasticciato e i gradini per salirvi traballano.

Vi chiediamo, quindi, di voler procedere alla manutenzione dell'area; noi, da parte nostra, ci impegneremo a verniciare le panchine e a ripulire lo scivolo.

Vi preghiamo gentilmente di consegnarci il materiale necessario per lo svolgimento del nostro lavoro, ovvero: vernice, pennelli, stracci, spugne, secchi, detergente.

Ringraziandovi della collaborazione, vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

I ragazzi del gruppo BKM0.

N.B.: in allegato trovate alcune foto che abbiamo scattato durante il nostro sopralluogo 






































REPORT N. 2 - LAGHETTO BELVEDERE

Gentili Signor Sindaco e Ing. Cazzaniga,

noi ragazzi del gruppo Bellezza Km0, durante il mese di ottobre, in qualità di “custodi”, ci siamo recati al Laghetto Belvedere.

Anche qui, come nei giardini di Via Manzoni, ci sarebbero un po' di lavori da fare. Abbiamo infatti notato che:

- la ringhiera attorno al laghetto è instabile,rotta e malmessa;

- i nuovi tavoli sono sporchi e pieni di graffiti;

- all'esterno dell'area, più precisamente nella parte del Comune di Macherio, ci sono casse di polistirolo e resti di bivacco;

- ovunque sono presenti escrementi di animali;

- all'ingresso dell'area è posto un cartello di divieto di accesso ai cani, mentre all'interno c'è un cartello del regolamento del Comune di Sovico dove si dice che i cani possono entrare, purché tenuti al guinzaglio;

- viene depositata l'immondizia domestica;

- manca un cestino: al suo posto c'è una buca;

- le telecamere non funzionano;

- la fontanella deve essere riverniciata.

Data la situazione, ci attiveremo immediatamente per rendere l'area più pulita, ma, siccome non siamo in grado di fare tutto, chiediamo la vostra collaborazione.

Cordiali saluti,

il team di BKM0







Report n. 3 - Laghetto Belvedere

Gentile Sindaco e signora Cazzaniga,
oggi, 27 ottobre 2016, noi ragazzi di Bellezza KM0, siamo andati al laghetto Belvedere.
Abbiamo fatto un giro di ricognizione e ci siamo accorti che l'area era in discrete condizioni: infatti per terra c'erano alcune cartacce, ma non troppe.
Quindi noi, armati di guanti e sacchi di plastica abbiamo raccolto tutta la sporcizia e l' abbiamo messa nei sacchi della spazzatura, suddividendo carta e plastica.
Terminato il giro del laghetto, vicino alla fontana abbiamo trovato un sacco di umido abbandonato, l'abbiamo raccolto e portato a scuola con tutto il resto.
Inoltre abbiamo notato che fuori dall'area, verso Macherio, ci sono dei grandi contenitori di polistirolo, che sembrano resti di un bivacco.
A nostro parere ci sarebbero altri lavori da fare come per esempio:
  1. sistemare la staccionata che circonda il laghetto;
  2. sistemare la fontana;
  3. riverniciare le panchine e i tavoli.
Ringraziandovi della disponibilità e soddisfatti per aver contribuito a rendere l'area più pulita e agibile, vi salutiamo cordialmente.

Emanuel F. e Luca C.